Apre l’Archivio del Capitolo di San Lorenzo

Nel chiostro trecentesco documenti dal IX secolo dopo Cristo

La Basilica di San Lorenzo, uno dei complessi monumentali più antichi di Firenze si è recentemente arricchito di un nuovo, straordinario scrigno. Nell’ambito di un generale risanamento di alcune strutture e riorganizzazione degli spazi è stata infatti catalogata e riordinata la vastissima documentazione presente nel complesso laurenziano. Uno dei più importanti e antichi archivi ecclesiastici, di cui è curatrice la dottoressa Sonia Puccetti è così aperto al pubblico e agli studiosi. 

Complessivamente l’Archivio della Basilica di San Lorenzo, a cui sin accede dal chiostro trecentesco, è costituito da circa 10.000 documenti, più di 1000 pergamene, oltre 2000 fotografie, 32 bellissimi corali miniati, i carteggi tra la famiglia Medici e i priori della Basilica ed una biblioteca in cui si possono fare scoperte sorprendenti.

 Mauro Pocci