Disastri senza perdite per aziende e abitazioni. Prevedere per ripartire senza interruzioni

Il rischio zero non esiste ma si può fare molto per limitare i danni 

Nella sede della Camera di Commercio di Prato, oltre 300 professionisti, tra ingegneri, geometri, periti e imprenditori si sono ritrovati a convegno sabato 26 gennnaio 2019 per affrontare i temi della prevenzione e risanamento danni in caso di calamità o eventi catastrofici. Il dibattito ha approfondito anche la figure emergenti del “Disaster risk manager” e “Risk manager”. “Contributo determinante all’organizzazione del seminario è stato portato da Giovanni Ponzecchi e Sauro Aiazzi, direttore commerciale di Quadra Soluzioni, azienda specializzata da più di trenta anni nel risanamento dei danni nel settore delle bonifiche post incendi.

Ricordiamo che QUADRA offre servizi di assistenza burocratica e documentale nei rapporti con le compagnie assicuratrici, con soluzioni personalizzate alle esigenze del cliente, l’obiettivo è risolvere quanto prima la situazione.

Ma fino a che punto è diffusa la cultura della prevenzione da parte delle aziende e dei privati?

Poiché il tessuto produttivo italiano è composto soprattutto da piccole e medie imprese che davanti ad un evento catastrofico possono rischiare la chiusura, è importante garantirsi una continuità operativa in caso di calamità. Decisivo è in caso di disastro la valutazione del rischio.

Il sindaco di Prato Biffoni, che ha portato il saluto della città e delle istituzioni, ha ricordato nel suo intervento l’importanza del convegno teso alla diffusione della cultura della prevenzione

Mauro Pocci