Toscana – Stati Uniti: 200 anni di amicizia

I 200 anni del consolato Usa a Firenze

Antichi sono i legami tra la Toscana e gli Stai Uniti, a partire dal fiorentino Filippo Mazzei, amico e confidente di Benjamin Franklin, uno dei padri fondatori degli Stai Uniti.

Anche questo  è stato ricordato nel corso del convegno tenutosi a palazzo Bastogi a Firenze “,Toscana-Usa,Usa-Toscana: investire per crescere” organizzato dall’Associazione Toscana-USA Onlus presieduta da Maurizio Mancianti e Andrea Davis, evento inserito nelle celebrazioni del bicentenario dell’istituzione del consolato americano in città.

Il convegno ha visto la partecipazione di tutti i principali esponenti delle istituzioni economiche fiorentine e toscane. Dopo i saluti iniziali del presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, di Cristina Giachi, vicesindaco del Comune di Firenze e del prefetto di Firenze Laura Lega, sono seguiti quelli di Luigi Salvadori, presidente Confindustria Firenze, Alessio Marco Ranaldo, presidente Confindustria Toscana, Leonardo Bassilichi, presidente Camera di Commercio Firenze – vicepresidente Unioncamere Nazionale.

Benjamin Wohlauer, Console Generale degli Stati Uniti a Firenze, ha aperto la sessione di lavoro sottolineando nel suo intervento come “Non esiste amicizia più stretta di quella tra Toscana e Stati Uniti, un rapporto saldo con al centro l’economia, e non c’è mai stato momento migliore di questo per investimenti strategici negli Stati Uniti”. Un contesto positivo, 325 milioni di consumatori con un tasso di fiducia molto alto, un grande mercato e una grande opportunità per le imprese italiane e toscane in particolare.

L’ invito, rivolto alla Toscana dal console , è stato accolto con favore sia da Antonella Mansi, vicepresidente nazionale Confindustria e presidente del Centro Moda di Firenze e da Filippo Giabbani, responsabile Invest in Tuscany, sia dai partecipanti alla tavola rotonda – moderata da Francesco Carrassi, direttore de La Nazione Firenze. Hanno parlato delle loro esperienze americane   Lucia Aleotti, CdA Menarini; Piero Corsa, direttore generale amministrativo Menarini; Elisabetta Fabri, presidente Starhotels; Sandro Sartor, amministratore delegato Ruffino; Eugenio Alphandery, presidente Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella; Massimo Ferrati, presidente K-Array e Luca Lastrucci, co-founder e Ceo Powersoft.

Ricordiamo che scopo della’Associazione è quello di incentinare l’amicizia tra Usa e Toscana attraverso attività culturali, sociali ed educative.